Chi, cosa, dove, quando e, a volte, perché.

Trova informazioni sul coronavirus e sulla chirurgia del cancro al seno.

La lumpectomia è un intervento per rimuovere il cancro dal seno. A differenza della mastectomia, la lumpectomia rimuove solo il tumore e un piccolo bordo di tessuto normale intorno ad esso. Lascia la maggior parte della pelle e del tessuto del seno al suo posto.

Con la lumpectomia, il seno appare il più possibile simile a come era prima dell’intervento. Il più delle volte, la forma generale del seno e l’area del capezzolo sono conservati.

La nodulectomia è anche chiamata chirurgia conservativa del seno, mastectomia parziale e ampia escissione.

Lumpectomia – la procedura

Con la lumpectomia, il chirurgo pratica un’incisione (taglio) nel seno e rimuove il tumore, insieme ad un piccolo bordo di tessuto normale intorno.

Scopri di più sulla procedura chirurgica e su cosa aspettarsi prima e dopo una lumpectomia.

Terapia di radiazione dopo la lumpectomia

La terapia di radiazione viene solitamente somministrata dopo la lumpectomia per eliminare le cellule tumorali che potrebbero essere rimaste nel seno o intorno ad esso. Queste cellule sono troppo piccole da vedere su mammografie o altri test di imaging, o da misurare con test di laboratorio.

La radioterapia può abbassare il rischio di:

  • Ricorrenza del cancro al seno
  • Morte per cancro al seno

La sopravvivenza con la lumpectomia più radioterapia è la stessa della mastectomia.

Dopo la nodulectomia, possono essere somministrati anche la chemioterapia, la terapia ormonale e/o la terapia mirata a HER2.

Quando la nodulectomia più radioterapia è un’opzione?

Lumpectomia più radioterapia è un’opzione per la maggior parte delle donne che hanno un cancro al seno precoce o un carcinoma duttale in situ (cancro al seno non invasivo).

Lumpectomia può anche essere un’opzione per alcune donne con cancro al seno localmente avanzato dopo un trattamento con terapia neoadiuvante (terapia farmacologica somministrata prima dell’intervento).

In alcuni casi, la terapia neoadiuvante può ridurre un tumore abbastanza da rendere la nodulectomia più la radioterapia un’opzione, invece della mastectomia.

Chi non può fare la radioterapia?

Non tutti possono fare la radioterapia. Essere incinta, avere certe condizioni di salute o avere alcune mutazioni genetiche ereditate può rendere la radioterapia dannosa.

  • Gravidanza. Le radiazioni possono danneggiare un feto. A seconda dei tempi della gravidanza e della diagnosi di cancro al seno, una donna può essere in grado di fare una nodulectomia e aspettare di fare la radioterapia fino a dopo il parto.
  • Sclerodermia. La radioterapia può causare danni al tessuto normale durante e dopo il trattamento nelle persone che hanno la sclerodermia. (In alcune donne ad alto rischio di recidiva del cancro al seno, la radioterapia può ancora essere usata)
  • Alcune mutazioni genetiche ereditate. La radioterapia può causare danni al tessuto normale durante e dopo il trattamento nelle persone che hanno alcune mutazioni genetiche ereditate. (In alcune donne ad alto rischio di recidiva del cancro al seno, la radioterapia può ancora essere utilizzata)
  • La radioterapia passata allo stesso seno o allo stesso lato del petto. In generale, la radioterapia al seno può essere fatta solo una volta. (In rari casi, la radioterapia allo stesso seno o a parti del corpo che si sovrappongono può essere considerata dopo aver parlato con il tuo radioterapista.)

Una mastectomia può essere la migliore opzione chirurgica quando:

  • Ci sono 2 o più tumori in diverse aree del seno (tumori multicentrici).
  • Il tumore è grande (rispetto alle dimensioni del seno) e la terapia neoadiuvante non sarà data.
  • Il tumore si è diffuso in tutto il seno (tumore diffuso).
  • La mammografia ha mostrato grandi aree di calcificazioni sospette nel seno.
  • Il tumore è situato appena sotto il capezzolo e l’aspetto estetico dopo la lumpectomia non sarà buono. (In alcuni casi, la nodulectomia può rimuovere il capezzolo, l’areola e il tumore ma lasciare intatto il resto del seno.)
  • Il chirurgo non può ottenere margini negativi (rimuovere tutto il tumore) dopo molteplici tentativi di nodulectomia.

Linee guida per il trattamento

Anche se il trattamento esatto per il cancro al seno varia da persona a persona, le linee guida aiutano a garantire cure di alta qualità. Queste linee guida sono basate sulle ultime ricerche e sull’accordo tra gli esperti.

Il National Comprehensive Cancer Network (NCCN) e l’American Society of Clinical Oncology (ASCO) sono organizzazioni rispettate che rivedono e aggiornano regolarmente le loro linee guida.

Inoltre, il National Cancer Institute (NCI) ha una panoramica sul trattamento.

Parlate con i vostri fornitori di assistenza sanitaria su quali linee guida di trattamento usano.

Problemi cosmetici

Cosa aspettarsi dopo la nodulectomia

Le donne possono scegliere la nodulectomia piuttosto che la mastectomia per mantenere il loro seno e farlo apparire (per quanto possibile) come prima dell’intervento.

Tuttavia, la nodulectomia cambia l’aspetto e la sensazione del seno. Poiché alcuni tessuti vengono rimossi, il seno può essere più piccolo. Ci sarà anche una cicatrice e un po’ di intorpidimento. Chiedi al tuo fornitore di assistenza sanitaria sui prodotti che potrebbero aiutare a ridurre l’aspetto della cicatrice.

La terapia di radiazione (di solito data dopo la lumpectomia) può anche influenzare l’aspetto del seno. Può ridurre ulteriormente il seno e cambiare la sua consistenza o rendere il seno più sodo.

L’aspetto e la sensazione del tuo seno continueranno a cambiare durante i primi 1-2 anni dopo l’intervento e la radioterapia.

Quando la mastectomia può essere un’opzione migliore

A volte, cose come la posizione e le dimensioni del tumore rendono improbabile che una donna sia felice con l’aspetto del suo seno dopo la nodulectomia. In questi casi, la mastectomia (con o senza ricostruzione del seno) può essere l’opzione migliore.

Ricostruzione del seno dopo la lumpectomia

In rari casi, una donna può avere la ricostruzione del seno (al momento della lumpectomia o più tardi) per mantenere un aspetto più naturale del seno, o per abbinare le dimensioni e la forma dell’altro seno.

Questi interventi sono complessi, quindi è meglio incontrare un chirurgo plastico per discutere le tue opzioni.

Trasporto, alloggio, assistenza ai bambini e agli anziani

Potresti non vivere vicino all’ospedale dove farai l’intervento.

A volte, ci sono programmi che aiutano con trasporto e alloggio locale o a lunga distanza. Alcuni offrono anche il trasporto e l’alloggio per un amico o un membro della famiglia che viene con te.

Ci sono anche programmi per aiutare con i costi di assistenza ai bambini e agli anziani.

Scopri i programmi di assistenza per il trasporto, l’alloggio, l’assistenza ai bambini e agli anziani.

Susan G. Komen®’s Breast Care Helpline:
1-877 GO KOMEN (1-877-465-6636)

Alle chiamate alla nostra Breast Care Helpline risponde un membro del personale addestrato e attento dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 22:00 ET. La nostra helpline fornisce servizi di supporto gratuiti e professionali a chiunque abbia domande o preoccupazioni sul cancro al seno, comprese le persone a cui è stato diagnosticato il cancro al seno e le loro famiglie.

È possibile anche inviare un’e-mail alla helpline all’indirizzo [email protected]

Scopri come decidere tra nodulectomia e mastectomia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *